Opinione e attualità

      Nessun commento su Opinione e attualità
Europa

Le tensioni politiche internazionali sorte durante questa quarantena e l’informazione mediatica, che come è solita fare confonde invece di spiegare, infiammano il sentimento nazionalista presente, purtroppo, in molti Italiani.

Post che invitano le persone a sabotare aziende estere non acquistando e i prodotti, vengono condivisi a migliaia dai cittadini indignati; ancora una volta l’ignoranza e la paura spingono una parte della popolazione nazionale la demagogia e ad agire d’impulso. Con questo intendo forse dire che l’UE non si debba attaccare in nessun caso? No.

Al contrario, il potere va sempre attaccato e non bisogna mai accontentarsi, perché solo se il potere si sente sotto pressione capisce l’importanza dei cittadini e della democrazia. Ciò non toglie che si debba criticare nel merito e non usando la pancia.

Prendersela con la “politica tedesca” (giusto o sbagliato che sia) è ben diverso da prendersela con i “tedeschi” e nonostante a me questo concetto sembri tanto banale, è evidente, oggi più che mai, che ancora non lo è. Prendersela con altre Nazioni è stupido,infantile e non porta ad altroché alimentare inimicizie tra esseri umani che,neanche a dirlo, siamo tutti uguali. Il Nazionalismo non ha senso e le persone, nel loro subconscio, lo sanno bene : lo sanno che è soltanto una scusa per odiare, per sfogarsi, per non assumersi oneri né responsabilità. È comodo, è facile ed è immediato.

Oggi come non mai quindi vorrei far passare un messaggio: Impariamo che Tedeschi e Francesi sono nostri fratelli tanto quanto lo è un Italiano; impariamo che la vera battaglia non è tra Paesi, ma per difendere i meno agitati di ciascun Paese: chi non riceve uno stipendio dignitoso, chi viene ricattato sul lavoro, chi è discriminato, a chi non vengono assicurate sicurezza e solidarietà. Impariamo ad interessarci di politica, perché anche se lo può sembrare,non è una cosa distante ed è un nostro dovere,per il nostro futuro e per quello delle generazioni a venire.

Dialoghiamo, arricchiamoci e lottiamo assieme per garantirci istruzione, sanità, lavoro e diritti. Basta odio, basta boicottaggio, basta disinformazione e basta nazionalismo.

di Alessandro Mossa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *